WHAT IS IT FOR?

Performance, 20' 48'', Murano Sacca di San Mattia, 2017

Alice Mestriner What is it for? Murano, Sacca di San Mattia, Venezia ''Wandering Wondering''... si, o anche wandering between enigms , perché Venezia è così: un grande e meraviglioso enigma. Numerosi popoli e culture sono passate attraverso questo piccolo ma allo stesso tempo infinito pesce. Ciascuno di loro ha lasciato una propria traccia in qualsiasi angolo,scorcio, calle, campo, ponte, pozzo, facciata. Venezia è il libro degli enigmi, dove a tutto pare esserci una spiegazione storica, politica o architettonica. Il fascino del suo mistero sta nel fatto che tutti i veneziani paiono essere sempre sicuri di conoscere la vera decodifica di tutti i segni che la caratterizzano. Sì per un certo senso è vero, ma spesso si divertono anche a inventare storie. Alle volte lo fanno solo per puro divertimento contro il turismo di massa, altre volte perché sono di fretta e non hanno tempo per perdersi a dilungarsi in spiegazioni. Questo è quanto Andrea Cestaro mi disse lunedì 17 aprile. Inizialmente stavo lavorando ad un progetto site specific, come richiedeva questo laboratorio, a Ca' Roman dove stavo cercando di creare un piccolo museo dell'ex colonia estiva con degli 'object trouvè'. Volevo ridonare il valore a tutti quegli oggetti distrutti e dimenticati, trasformandoli in opere d'arte. Il nome del mio piccolo museo sarebbe stato ''MATER DE''. Avevo praticamente finito tutto, ma una serie di sfortunati eventi iniziò a giocare con me e decisi di dirigermi verso altro. Il 17 Aprile ritornai a Murano, alla Sacca dove eravamo già stati in visita. Non so per quali strane ragioni mi diressi verso quel luogo, ma probabilmente dovevo scoprire uno dei tanti segreti di Venezia. E' così che incontrai Andrea, l'uomo raffigurato nella foto datata 1998. E' uomo sulla settantina, pescatore e cacciatore nella laguna veneziana. Stavo passeggiando lungo il canale quando lo vidi sbrogliare le sue reti. Era tornato dalla pesca. Dopo aver preso coraggio iniziai a parlargli e a chiedergli informazioni in merito alla Sacca. Subito rispose in maniera giocosa: . Beh cosa rispondere? La mia curiosità in merito alla sacca venne subito abbandonata dalla sua domanda curiosa. Passammo il pomeriggio insieme e mi raccontò delle sue avventure con i turisti e di come a volte i veneziani si divertono a prenderli in giro. :. Mi disse che i veneziani hanno molta fantasia per inventare storie e che i turisti ne restano molto affascinati e soddisfatti di aver colmato il buco della loro curiosità.

 
16.jpg